Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Siamo un Centro di Educazione alla Sostenibilità
accreditati al WWF e alla Regione Basilicata 
WWF Trasparente   Logo Epos Trasparentelogo redus                  collaboriamo con   logo CAI 1500  medio pane e mate Damiano

Home

Stampa

Progetto ungulati selvatici

Ieri, 25 novembre 2013, presso il CEA Pollino Basilicata si è tenuto l'incontro tra gli educatori della rete REDUS coinvolti nel progetto sugli ungulati selvatici e alcuni esperti della Regione Basilicata.

. Posted in home

Stampa

Censimento ungulati selvatici

Il giorno venerdì 8 novembre a Montescaglioso presso l'Abbazia di San Michele Arcangelo presentazione dei dati relativi al progetto di monitoraggio e censimento degli ungulati selvatici

locandina montescaglioso 8 novembre Pagina 1 locandina montescaglioso 8 novembre Pagina 2

. Posted in home

Stampa

Facciamolo con i bambini

13Chiediamo ai bambini, cantando più volte a intervalli regolari: "Chi di voi lo sa piantare un bel cavolo nell'orto?".
Ascoltiamo le risposte. Invitiamo i bambini ad alzarsi, a prendersi per mano e a camminare in cerchio. Poi, cantiamo – molto lentamente – l'intera prima parte della canzone: "Chi di voi lo sa piantare un bel cavolo nell'orto?", "Chi di voi lo sa piantare un bel cavolo così".
Battiamo più volte il piede come per continuare a tenere il tempo della canzone. Poi, cantiamo: "Lo si pianta con il piede, con il piede, con il piede.
Lo si pianta con il piede un bel cavolo così!".
Senza fare troppe spiegazioni, riprendiamo a cantare la prima parte del gioco cantato e a muoversi in cerchio. Dopo di chè, battiamo la mano per terra e cantiamo: "Lo si pianta con la mano, con la mano, con la mano.
Lo si pianta con la mano un bel cavolo così!"
Invitiamo i bambini a cantare insieme a noi. Al termine diamo la parola a un bambino per fargli proporre una parte del corpo: tallone, gomito, pancia, ginocchio, sedere...
Il gioco procede finquando lo riteniamo possibile.

. Posted in home